Vanna Tagini nelle sue opere: Il pensiero oltre la tela.    di Anna Maria Gentile

L’Arte di Vanna Tagini, evidenzia una risolutezza d’intenti, nell’esecuzione di molteplici tematiche. Ella si accinge attentamente in una composizione riflessiva e convincente, fra poetiche rappresentazioni del mondo che la circonda e stati d’animo che affiorano con richiamo romantico dimostrando tutta la sua verve di artista creativa,la luce avvolge  le scene, determinando il risultato ultimo della visione. L’artista con capacità di sintesi riesce ad evidenziare nei  personaggi, una propria “personalità”, cosa non facile; Vanna Tagini si esprime con approccio disinvolto dimostrando consolidato mestiere. La sua è un’arte che non si riduce solo  alla fase descrittiva, ma attinge a varie possibilità espressive e alla visione ed analisi del mondo che l’artista si è progettato, la sua pittura è un ritorno all’immagine leggibileper ritrovare un senso nell’arte che oggi sembra abbia necessità di manifestarsi in un modo incomprensibile, questi sono solo alcuni dei motivi che differenziano la sua pittura e fanno si che le sue opere possano essere collocate in collezioni d’arte di amatori attenti ai dettagli. Le opere sulla rivista sono dedicate alla figura umana, vediamo diversi aspetti e momenti indipendentemente se trattasi di uomo, donna o bambino. Queste immagini di forte impatto visivo, fanno emergere la loro personalità, come precedentemente scritto, raccontano, un “vissuto”, dialogano con lo spettatore e lo inducono a pensare ad un preciso momento, nascondono un attimo legato all’eternità. Impulsi svariati, di frammentazioni emozionali si scatenano nel silenzio della scena che non lascia spazio al superfluo. Le loro mute voci inducono ad un pensiero che va oltre la tela per condurci in un mondo legato al passato, al presente sublimato dalla sensibilità dell’artista.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto