CURRICULUM
concorso artistico trofeo sacro cuore a Vigevano anni 1995, 96, 97 e 99…. mostra collettiva alla Galleria d’arte IT’S MY a milano 2011.. mostra “Enterprise art gallery” Hotel Enterprise milano 2012…mostra collettiva di artisti pavesi alla Bennett di Pavia nel 2012..partecipazione al “Calendario artisti italiani” 2012…Rassegna culturale “exhibition” mostra collettiva  città di sesto san giovanni (mi) 2013…rassegna d’arte  naviglio di Milano maggio 2014 e 2015…Aprile 2018 mostra presso “associazione arte il faro” a vigevano in occasione della festa dei fiori.. 
maggio 2018 Mostra al castello Visconteo di Vigevano all’inaugurazione del libro Andromeda del poeta Renato fiorito…(il quadro che bazzari ha portato aveva come tema una strofa ispiratrice del suddetto libro andromeda) 
Dal 19 maggio al 03 giugno 2018 Mostra internazionale collettiva ad Arona in galleria piazza del popolo. Mostra personale dall’8 al 23 settembre 2018 Ad Arona galleria piazza del popolo hotel florida.
Pubblicazione sul numero 29 di BIANCOSCURO Art Magazine, rivista d’arte distribuita in Svizzera ad Art Zurich, in Germania alla Berlin Art Week ed in Italia presso ExpoArte Montichiari(Brescia) ed Art Parma, in contemporanea al Mercante in Fiera.  Pubblicazione sul secondo volume di settembre 2018 di “120 quadri e qualcuno in più” redatto da pitturiamo.com
Biografia:
Paolo bazzari nasce in lombardia nel 1965…il padre e’ pittore e probabilmente eredita da lui quella passione irrefrenabile per l’arte che ha sin da bambino dove comincia già a disegnare e dipingere…verso i 25 anni comincia a dipingere in maniera autodidatta ed in seguito  frequenta corsi di pittura alla fondazione Roncalli a vigevano.. dopo varie sperimentazioni, si dedico’ in passato prevalentemente all’analisi del sogno, dei suoi simboli onirici ed al misterioso linguaggio del corpo umano; oggi dipinge prevalentemente scene inerenti al mondo della robotica e quadri di iperrealismo (prevalentemente nature morte) ma essendo un artista eclettico non disdegna dipingere anche nudi artistici e ancora scene di surrealismo essendo un amante dell’arte di Salvador dali’…nelle sue tele predilige quasi sempre lo sfondo nero come se le figure ritratte fossero sospese in una realta’ tra il virtuale ed il reale, e l’atmosfera un po’ extraterrena che si coglie in alcuni suoi quadri e’ semplicemente un suo voler ritrarre l’alienazione dell’uomo del terzo millennio sempre piu’ annullato nella sua vera essenza dal prepotente avvento di internet, da una televisione sempre piu’ trash, e dalla tecnologia.
Critiche all’artista..dice di lui il professor franco bulfarini: Nature morte iperreali, scenari surreali e futuribili: è l’arte figurativa di Paolo Bazzari.
Osservati i dipinti del pittore Paolo Bazzari, ne sono rimasto subito attratto a livello istintivo, direi empatico. Il maestro Bazzari propone immagini dal presente, ma sente anche l’esigenza di afferrare con incursioni visionarie ed immaginifiche il prossimo futuro. 
La pittura di Bazzari, certamente figurativa, ha diverse anime: quella naturalistica, come quando dipinge il mare e le sue onde spumeggianti, rilucenti ed energetiche producendo atmosfere metafisiche.
Vi sono poi nature morte magnificenti, di fattezza iperreale, che evidenziano la notevole preparazione tecnica e le capacità pittoriche non comuni dell’artista, ove la sfida dichiarata è con la fotografia.  
Appare quindi, in altre opere, il suo mondo segreto, quello intimo e surreale, ove il sogno diviene per Bazzari motivo primario d’indagine. In queste opere, ricche di fascino, come nel caso di “rigenerazione”, le scene si fanno molteplici e misteriose, rispecchiando bisogni interiori non altrimenti esprimibili.  
Per ultimo rimango rapito dalle sue visioni futuribili, dove robot ed umanoidi, prendono la scena, aprendo a nuove visioni di grande originalità legate anche all’amore dell’artista per la fantascienza. 
Bazzari non giudica la tecnologia che verrà, non la stigmatizza, ma guarda al futuro tecnologico come una possibilità da esplorare, come un destino ineludibile, che declinerà nuovi scenari già visibili all’orizzonte, che l’artista trova giusto intercettare e proporre. 
Non mancano declinazioni dell’eros in varie modalità come anche in quegli esseri metallici e lucenti di cui si è detto, che presto invaderanno le nostre case e muteranno le nostre abitudini, ponendo temi sociali di ogni genere, aprendo nei fatti una nuova era tecnologica, ove la realtà virtuale, subirà la metamorfosi ultima, verso un nuova realtà, che coinvolgerà ogni senso, e che l’artista prefigura in molte sue tele. 
Siamo dunque di fronte ad un pittore capace ed empatico con il mondo che lo circonda e con quello  
che verrà.

Mio sito     www.paolobazzari.it      www.instagram.com/paolobazzari_art/
 

2 commenti il Paolo Bazzari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto