BIOGRAFIA

Appassionato d’arte sin da piccolo è assetato di originalità, unicità e stile in ciò che crea, cerca di Maturare dimestichezza nell’uso dei “materiali”, intraprende un percorso di studio personale, analizzando le movenze di ciò che lo circonda, razionalizza nuove ipotesi artistiche; contraddistinguendo tra le righe quello che libera il suo “IO”. E’ da questa continua sperimentazione e originalità che nasce il suo stile, affermato in modo particolare nelle sculture. Ama scoprire valutare e scandagliare nuove tecniche artistiche, molte delle quali fuori gli schemi canonici e dalla metodica realizzativa. Nulla è programmato, perché dal suo punto di vista “l’originalità con cui è fatta un’opera, dona all’opera stessa la capacità di esprimersi”. E’ particolarmente attratto dal “Sacro”, dove trova la sua maggiore ispirazione è profondamente convinto che la sua arte sia un “dono” e come tale deve essere “donata” con la speranza che possa suscitare emozioni, le stesse emozioni che prova lui stesso nell’atto in cui “l’idea” prende materialmente prende forma, anche perché le sue opere non sono mai preventivate, non crea mai nessun bozzetto o rifermento, tutto nasce al momento, “sviluppare in quell’istante oppure perdere tutto”. Nelle sue creazioni spesso sceglie e sposa diversi elementi, valorizzandone il meglio di ciascuno, incastonandoli in un linguaggio armonioso. Capo saldo nel suo “stile” è l’idealismo artistico, l’ispirazione del momento, considerando la materia come qualcosa di secondario nei confronti “dell’idea “cioè della sostanza spirituale che può esprimere. Acquista notorietà grazie alla moglie Paola, la quale si fa promotrice della sua arte, convinta del talento espresso nelle sue opere, caparbia insiste per renderle pubbliche nonostante il parere “contrario” dell’Artista, a qualsivoglia forma mediatica e così che la sua perseveranza viene premiata, organizza la sua prima manifestazione artistica il 09 agosto 2012, in occasione di una mostra collettiva dal titolo “Angoli D’arte” ad Angoli (CZ), in questa occasione, si conferma la convinzione di Paola difatti, conquista il plauso del pubblico e riceve lusinghieri apprezzamenti. Seguono una lunga serie di manifestazioni pubbliche con grandi soddisfazioni e un Escalation di premi e riconoscimenti. Hanno scritto di lui: Vittorio Sgarbi, Paolo Levi, Luca Cantore D’Amore, Marco Rebuzzi, Veronica Nicoli, Salvo Nugnes, Vincenzo Abati, Carla d’Aquino Mineo, Armando Principe, Sandro Serradifalco, Maria Emilia Ciannavei, Luigi Cerruti, Fulvia Minetti, Flavio De Gregorio, Licia Oddo, descrivendolo come un’artista dalla creatività sconfinata, che eredita dagli artisti impressionisti l’abilità di imbrigliare le emozioni su una superficie. Da uno stralcio di una nota critica si sottolinea come osservando le sue opere ci si trova davanti a una serie di profili, soprattutto di epoca rinascimentale: dai duchi d’Urbino di Piero, al dittico dei Bentivoglio di Ercole de’Roberti; si pensa alle monete di Pisanello, al pollaiolo. Mazza condivide con i grandi artisti del passato, innanzitutto la formazione avvenuta quando ancora bambino ammirava lo Zio, scultore pittore di Lamezia Terme e la grande passione per la materia. Infatti si appassiona a tutte le diverse tecniche utilizzabili in campo artistico. Mantiene salda una convinzione però. Quella che questa veicoli un contenuto, un messaggio, esprima “un’Idea”, come avrebbe detto Panofsjy. L’opera d’arte pur essendo fatta di materia non può fermarsi soltanto a quest’ultima. Prendiamo ad esempio (olio spatolato su tela, cm 90×70) omaggio alla propria terra natia. Qui l’idea della rappresentazione prevale sulle regole canoniche della prospettiva. Al Mazza non interessa mostrare la torre della propria città, la sua bellezza, secondo le consuete norme, gli interessa comunicare il proprio stato d’animo, farci vedere come sente quei luoghi nel quale è nato, dove ha vissuto, dove tuttora lavora, crea, esiste. Ed in questo mi ricorda Van Gogh per quel modo di dipingere il dato naturale filtrando con la propria visione intellettuale ed emotiva. E sempre per citare i grandi maestri del passato, commovente è la sua rielaborazione della Creazione di Adamo di Michelangelo in (tecnica ad argilla grezza plasmata e infornata, cm 100×50) dove dimostra di conoscere attentamente la storia del Buonarroti. E’ risaputo, infatti che Michelangelo si sentisse più scultore che pittore. Tant’è che quando Giulio II gli commissionò la Sistina in luogo della “sua sepoltura” il grande genio di Caprese si sentì profondamente in disagio. E concepì comunque per tutta la sua vita la pittura come un altro modo di scolpire. Le opere di Mazza sono ispirate da un’autentica vocazione alla trascendenza da un anelito che traduce in esperienza visiva l’amore di un Dio infinitamente grande, che guida l’uomo sulla via della salvezza. Il Prof. Cantore D’amore congiuntamente al Prof. Daverio ammirando proprio un’opera dal titolo “Figlio Mio” hanno pensato come fosse provocatorio insinuante accostarla al “Compianto sul Cristo morto” di Niccolò dell’Arca. E’ quindi si può riflettere su quante siano differenti le modalità di espressione in 500 anni di distanza, del dolore. Affermando appunto come il contemporaneo espresso da Mazza sia contrapposizione provocazione di valori e tecniche antiche e contemporanee.

EVENTI – PREMI & RICONOSCIMENTI.

ANNO 2019
– Collettiva d’arte presso la Villa Comunale di Frosinone con l’opera “Onore, Altruismo e Cameratismo”.

ANNO 2018
– RASSEGNA INTERNAZIONALE d’Arte contemporanea “Bologna International Exhibition”;

– RASSEGNA INTERNAZIONALE d’Arte contemporanea “Artists in the World” presso Galleria Porto Art Gallery in Rua dos Vanzeleres,in Portogallo. Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale, Porto;

– DICHIARAZIONE CRITICA all’evento “NEW YORK INTERNATIONAL” Art Expo New York. Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale, New York; – MONUMENTO dal Titolo “IL POLIZIOTTO” Donato e installato presso Ufficio Polizia di Frontiera di Lamezia Terme;
– TARGA Riconoscimento Ufficio Polizia di Frontiera di Lamezia Terme;
– TARGA Riconoscimento ANPS (Associazione Nazionale Polizia di Stato), Lamezia Terme;

– DICHIARAZIONE CRITICA alla Mostra Internazionale “GLI ARTISTI INCONTRANO DALI’ E VAN GOGH” Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale, Francia e Spagna;

– PREMIO INTERNAZIONALE “Van Gogh” inserimento nel catalogo ufficiale, Monreale;
– Collettiva d’arte presso il Monastero dei Benedettini di Monreale, Palermo;
– PREMIO INTERNAZIONALE “Canaletto”, Venezia;
– PREMIO INTERNAZIONALE London Art Prize “ “Great Master” e NOTA CRITICA. Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale, Londra; – Collettiva d’arte presso la Brick Lane Gallery di Londra;

– SELEZIONATO per la 1^Biennale del Tirreno e inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale;
– VINCITORE del concorso FULL ART IMMERSION con accesso al “Premio Arte Costiera” Antica Repubblica Marinara, Amalfi;
– Percorso di “Valorizzazione e Tutela” 2018 Catalogazione, Video Recensione, Quotazione ufficiale Aprile 2018 asta n. 4 della Casa D’Aste Prince Art Gallery; – TESTO CRITICO di Marco Rebuzzi sulla rivista EFFETTO ARTE (edizione speciale da collezione) a cura del Prof. Paolo Levi;
– PUBBLICAZIONE di due opere sul 1° numero della rivista IconArt Magazine un bimestrale di Arte Culture e Spettacolo della PRINCE GROUP;
– DICHIARAZIONE CRITICA alla Mostra Internazionale ” I Mondiali dell’arte in Russia”. Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale;
– ATTESTATO di Stima a firma di Lorella Cuccarini per la donazione di un’opera al Progetto “HOME”, 30 Ore per la Vita;
– Collettiva d’arte presso il Complesso monumentale di San Giovanni Battista, Cava dei Tirreni.
– 1° PREMIO INTERNAZIONALE “Arte Palermo Capitale della Cultura 2018” Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale;
– ATTESTATO DI MERITO ARTISTICO a firma del Prof. Paolo Levi al1°Premio Internazionale Arte Palermo;
– ATTESTATO DI MERITO, TESTO CRITICO E TARGA con Pubblicazione di due opere nel Volume i “99 PROTAGONISTI DELL’ARTE- I SEGNALATI”; – FINALISTA alla V° edizione del Premio Accademico Internazionale “Apollo Dionisiaco”.
– DONAZIONE dell’Opera “Idealità e Tradizione” al Santo Padre PAPA FRANCESCO, Vaticano;
– MONUMENTO dal titolo “Misericordia” Donato e installato presso lo Stato Maggiore dell’Esercito, Palazzo Esercito Roma;
– PREMIO RAFFAELLO 2018;
– FINALISTA alla V° edizione del Premio Accademico Internazionale “Apollo Dionisiaco”;
– PREMIO DELLA CRITICA Arte Milano 2018 “The Factory “;
– PREMIO RENÈ MAGRITTE Belgio;
– Collettiva d’arte presso il OUD SINT JAN MUSEO, Belgio;

– ATTESTATO di nomina di “Artista Nella Storia”;
– PUBBLICAZIONE dell’opera nel Calendario dei Bersaglieri 2019;
– ATTESTATO DI BENEMERENZA Presidenza Nazionale Ass. Naz. Bersaglieri;
– Collettiva d’arte presso la Galleria “Area Contesa Arte” in via Margutta 90, Roma , con l’opera “Onore, Altruismo e Cameratismo”;
– ATTESTATO di Merito Artistico Arte Salerno 2018;
– Collettiva d’arte Palazzo Fruscione”, Salerno.
– DONAZIONE dell’Opera “Papa San Giovanni XXIII°” al Santo Padre PAPA FRANCESCO, Vaticano in occasione della donazione da parte del Cardinale

Comastri della Reliquia di San Giovanni XXIII°.;
– REALIZZAZIONE del Tabernacolo e del Reliquiario per la reliquia di san Giovanni XXIII° Nella Cappella del 2° Reggimento Sirio Lamezia Terme dal Titolo “I

Doni dello Spirito”.
– ATTESTATO di Merito Artistico Roma Caput Mundi 2018; – PREMIO ROMA CAPUT MUNDI.

ANNO 2017

– RASSEGNA INTERNAZIONALE d’Arte contemporanea presso Complesso Monumentale del Teatro Dei Dioscuri al QUIRINALE Roma, Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale;

– PREMIO INTERNAZIONALE “Lupiae 2017” sezione Scultura, Lecce; – PREMIO INTERNAZIONALE “Lupiae 2017” sezione Pittura Lecce;
– PREMIO INTERNAZIONALE “Palladio” per meriti Artistici Padova;
– Collettiva d’arte Villa Contarini Piazzola sul Brenta Padova;

– CERTIFICAZIONE CRITICA e Pergamena Personalizzata al Premio Internazionale Arte Contemporanea Arte Salerno 2017 a firma di Vittorio SGARBI, Daniele Radini Tedeschi, Veronica Nicoli e Armando Principe. Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale;

– Collettiva d’arte Palazzo Fruscione”, Salerno
– PREMIO ROTARY CLUB Lamezia Terme ” Valter Greco”;
– Personale Hotel Savant Lamezia Terme
– PREMIO INTERNAZIONALE “Levante Otranto 2017”;
– DICHIARAZIONE CRITICA all’Evento Internazionale di Arte contemporanea “Spoleto Arte Verso Caravaggio” a MALTA con il contributo di Vittorio Sgarbi,

Josè Dalì, Alessandro Meneguzzi, Salvo Nugnes. Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale;
– PREMIO “LEONE ALATO” in occasione della 57^ BIENNALE DI VENEZIA all’evento “Viva Arte Venezia” presso Palazzo Albizzi-Capello. Inserimento

dell’opera nel catalogo ufficiale;
– Collettiva d’arte Palazzo Albizzi Capello;
– FINALISTA alla IV° edizione del Premio Accademico Internazionale “Apollo Dionisiaco”;
– PREMIO INTERNAZIONALE di arti visive “DIANA’S WALK. Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale;
– CONFERRING THE ACADEMIC TITLE PROFESSOR of Santa Sara Academy con decreto di nomina nr. 256-20 Alessandria.
– FINALISTA alla 3^ Edizione del Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti Inserimento dell’opera nel catalogo ufficiale, Seravezza;
– Collettiva d’arte presso Scuderie Granducali del Palazzo Mediceo di Seravezza (LU);
– DICHIARAZIONE CRITICA all’evento “Miami Meets Milano” in concomitanza della fiera più importante e grande al Mondo ART BASEL patrocinato dal

Consolato Generale d’Italia a Miami e inserimento dell’opera nel prestigioso catalogo Editoriale Giorgio MONDADORI”, Miami;
– ATTESTATO D’ONORE E MEDAGLIA D’ONORE All’evento “Art Festival”, Roma.
– Collettiva d’arte presso il Palazzo Pontificio Roma.
– Inserimento di due opere nel progetto “Gli Artisti della Collezione Sgarbi” con TESTO CRITICO a firma del Prof. Vittorio SGARBI;
– Inserimento di due opere nel catalogo di EA editore, Arte del nuovo Millennio “Archivio” delle grafiche di Vittorio SGARBI Collezione per un futuro Museo

d’arte contemporanea;

ANNO 2016

  • –  PREMIO “Marc CHAGALL”;

  • –  Collettiva d’arte Museo Villa Breda Padova;

  • –  PREMIO “SAN MARCO” Città di Venezia;

  • –  Collettiva d’arte Palazzo Albizzi Capello Cannaregio;
    – MONUMENTO dal Titolo “Angeli in Volo” Donato e Installato nella Caserma del 2° RGT AVES “Sirio” di Lamezia Terme;
    – DONAZIONE dell’Opera “La Passione” al Santo Padre PAPA FRANCESCO, Vaticano;
    – TARGA Riconoscimento “Lamezia che vogliAMO”;
    – MONUMENTO dal Titolo “Vibrazione Animica” Donato e installato all’Ingresso del Comune di Lamezia Terme;
    – PREMIO Varazze Arte”;
    – DONAZIONE dell’Opera “La Passione” al MUSEO Diocesano di Lamezia Terme.
    – DIPLOMA D’ONORE CON MENZIONE D’ENCOMIO al Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti Seravezza Inserimento dell’opera nel catalogo

    ufficiale;
    – PREMIO “PERSONAGGIO LAMETINO DELL’ANNO” per meriti Artistici;

  • –  1° Classificato al 1° Concorso di Estemporanea di Pittura a Cosenza;

  • –  Collettiva al centro polifunzionale “Auser” di Cosenza;

  • –  Mostra collettiva evento “People & Art”;

  • –  “EventoCondivisi3”FuoriSalonediMilano.

ANNO 2015

ANNO 2014

  • –  2° Classificato al 1° Concorso Nazionale d’Arte Contemporanea “I popoli che resistono”;

  • –  PERSONALE Chiesa dell’Immacolata Concezione di Migliuso (CZ).

  • –  CRITICA D’ARTE Città di Cosenza- “Proiezione Calabria”;

  • –  Collettiva d’arte presso il Chiostro “San Domenico” Cosenza.

– PREMIO alla Critica Città di Paola;
– PREMIO Ermes VERCILLO a Cosenza;
-.DONAZIONE alla Questura di Catanzaro di una scultura dal titolo “La Passione”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto