Fulvia Latini

Dopo 49 anni di vita e di esperienze, in diversi punti del pianeta, in questi ultimi anni mi sono trovata coinvolta sotto una pressione psicologica per stalking. Solo lottando sono riuscita a fortificarmi. Non è stato facile. Con l’aiuto di mia figlia, che per gioco mi diede dei pennelli e dei colori, riuscì ad entrare in questa dimensione artistica dove mi ritrovai nel creare quadri riciclando delle vecchie tavole di legno, quasi come una valvola di sfogo fino a diventare medicina per l’anima e il cuore. Diverse opere rappresentano il mio precedente stato d’animo, che alcune volte ancora vivo tutt’oggi. Vorrei tanto poter condividere questa mia esperienza di  rinascita interiore, dove tutto fluisce trasformandosi in qualcosa di incredibile cosi come nelle mie opere, per il materiale di recupero, una fine può rappresentare un nuovo inizio, tutto ciò che ti viene tolto ti può essere restituito.

L’Albero delle Farfalle Vittime di Stalking (99cm x 69cm)

Premetto che non sono una pittrice, lavoravo in ambulanza nel ruolo di soccorritrice.

Di colpo la mia vita cambiò trovandomi coinvolta a subire lo shock per stalking.

Non riuscendo a superare questo mio stato emotivo mi ritrovai a scaricare la mia rabbia su una vecchia tela e, con dei pennelli scolastici e colori, pian piano iniziai a riconquistare quella poca serenità.

Scovai nei fiori e nelle farfalle quel senso di libertà e tranquillità nella quale provai un certo vigore per la mia creatività.

Il quadro rappresenta la mia brutta esperienza  vissuta dello stalking .

La  gabbia gialla è la prigione in cui mi ritrovavo confinata in questo mondo virtuale, la farfalla azzurra piccola rappresenta i carabinieri, i primi angeli che mi hanno aiutato. I vari fiori sono il mio difficile percorso con il centro antiviolenza, i medici che sono stati al mio fianco, mia figlia e  per ultimo, gli amici di sempre. Poi ce lui…  il grande albero nero il quale con la sua ramificazione rappresenta il male, da me subito, e da tutte le donne  (le farfalle nere),  che non sono riuscite ad ottenere giustizia. L’ho definito l’albero dello stalking.

Questi angeli, le  donne morte per mano del loro carnefice, sono rappresentati dalle bianche farfalle che spiccano nella loro bellezza come l’albero delle anime in avatar.

A loro ho dedicato un fiore speciale, una rosa vera, stuccata e dipinta posizionata al fianco della gabbia gialla.

Per ultimare la mia descrizione dedico la farfalla grande, di colore blu, alla immensa visione che ho della giustizia e dei giustizieri,   il suo corpicino fatto con chiodi e fil di ferro rappresenta il posto dove dovrebbero essere rinchiusi coloro che causano questo invisibile male.

Tutto il materiale usato sono recuperi legno, di tappi di bottiglie e di sughero, lattine e vari altri.

Anche per loro una fine rappresenta un glorioso inizio.

Spero che la mia opera possa dare risalto al silenzio delle piccole farfalle nere, e non dimenticare quelle bianche .                                       

    Grazie…. Fulvia

DESCRIZIONE DELLE OPERE:

L’ALBERO DELLE FARFALLE VITTIME DI STALKING

70 X 99 CM

TECNICA MISTA: COLORI ACRILICI,  MATERIALE  DI RICUREPO LATTINE, TAPPI BOTTIGLIE E SUGHERO, STUCCO IN PASTA SPATOLATO, CHIODI  FILL DI FERRRO, SU TAVOLA DI LEGNO E LAMINE DI ALUMINIO

 

 

Quest’opera rappresenta  la trasformazione delle paure, rabbia e l’ansia  che ho sperimentato  non riuscendo a superare questo mio stato emotivo derivato dallo shock per stalking.

Per necessita emotiva possiamo dire, mi ritrovai a scaricare tutti questi sentimenti  negativi cercando di dare un po’ di  pace interiore a me stessa, che solo i colori, l’arte, prendere in mano un pennello e lasciarsi andare riescono  a dare, quasi come una valvola di sfogo dove la medicina migliore e l’arte. 

Scovai nei fiori e nelle farfalle quel senso di libertà e tranquillità nella quale provai un certo vigore per la mia creatività.

Le  farfalle, che prima di essere creature magnifiche colorate e raggianti, sono state incapsulate chiuse in se stesse prigioniere senza colore e faccia, ma anno saputo aspettare con pazienza la trasformazione, il cambio, per spiccare IN UN VOLO LIBERO la rinascita del nuovo essere.

Tutto il materiale usato per elaborare  quest’opera  sono recuperi di legno trovati nella discarica locale,  anche per loro una fine  può rappresentare un glorioso inizio.

Vorrei tanto riuscire a trasmettere questa mia esperienza vissuta a tutte le donne che pur troppo stanno vivendo una situazione simile, il mio messaggio al non arrendersi a lottare con coraggio per riprenderci la nostra vita.

Fulvia Latini

 

Purtroppo dopo aver vissuto un’esperienza negativa dovuta allo stalking ci vuole tanta forza di volontà per lottare è cercare di uscire da questo vuoto nero e amaro. Così quest’Opera rappresenta, in maniera figurativa, questa transazione dal buio più totale, poco per volta, a quello che la nostra volontà ci impone per riconquistare noi stessi. Le farfalle nere siamo noi le vittime di stalking ,alcune ancora dal lato scuro mentre altre stanno passando a quello colorato, le farfalle bianche sono le donne che non ce l’anno fatta decedute per mano dei loro carnefici. Anche loro stanno lottando per arrivare alla luce e il colore rosa rappresenta l’unione tra due mondi diversi ma paralleli.     

 

 

 

 

 

USCIRE DAL VORTICE

  60×108 cm

TECNICA MISTA (inchiostro per stampanti, colore acrilico) su tavole di legno di ricupero sovrapposte

In questa ho dedicato un momento di riflessione…uscire dal vortice…non sempre facile coinvolgendo il mio senso di percezione di come noi umani ci troviamo, alle volte, in situazioni e momenti difficili. I problemi da affrontare di vita quotidiana ci fanno entrare in questo limbo da superare, ci sembra di essere dentro una specie di vortice che ci assorbe e ci consuma.

In questo caso particolare, ci siamo di nuovo noi le farfalle che svolazziamo con tutta la nostra energia cercando di tirarci fuori da questo vortice (lo stolking) dando un esempio di lotta e coraggio al resto della umanità che ci osserva da fuori senza nemmeno accorgersi che noi siamo li sole e spaventate in attesa che giustizia sia fatta.

 

 

TRASFORMAZIONE DEL PENSIERO NEGATIVO

65×96 cm TECNICA MISTA (stoffa , materiale di ricupero, bulloni, colori acrilico) su tavola di legno

Questo è un tributo a tutte le donne vittime di stalking le quali, purtroppo, non sono state fortunate. La grande farfalla, elaborata con i camici bianchi usati per la scena del crimine da parte delle forze del ordine vuole dare un significato simbolico, triste ma vivo, a questi crimini, alcuni ancora impuni, nella quale io stessa sono stata vittima ma con fermezza sono riuscita a denunciare il fatto ricevendo l’aiuto necessario. Siamo tante le farfalle in questa situazione ma inconsciamente restiamo unite attraverso una catena di pensieri alle quali vogliamo aggrapparci per trasformare questa negativa esperienza in una indissolubile unione di volontà e di forza… unite faremo sentire il nostro urlo…..

 

 

 

 

IL VOLO LIBERO 30 X 100 CM TECNICA MISTA: ACRILICI, STUCCO IN PASTA SPATOLATO SU TALOVA DI LEGNO DI RICUPERO
L’ALBERO DELLE FARFALLE VITTIME DI STALKING 70 X 99 CM TECNICA MISTA: COLORI ACRILICI, MATERIALE DI RICUREPO LATTINE, TAPPI BOTTIGLIE E SUGHERO, STUCCO IN PASTA SPATOLATO, CHIODI FILL DI FERRRO, SU TAVOLA DI LEGNO E LAMINE DI ALUMINIO
LA FORZA DELLA VOLONTÀ 48x96 cm TECNICA MISTA (colori di cera e colori acrilico) su tavola di legno -2017

Sono consapevole che il lavoro svolto sarà difficile da interpretare è il più difficile e far capire la sensibilità da trasmettere a tutte le donne coinvolte in questo percorso.
Io ho trovato la mia via nell’arte altre spero di cuore lo troveranno in altre materie.
Quello che ci fa sentite vive a noi donne è avere la forza di trovare la via in qualsiasi argomento e situazione di vita che ci renda orgogliose di guardarci allo specchio per poter risplendere.

 

Fulvia Latini

 

Contatti

333/8042975 fulvia.latini@libero.it

 

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e dei link Youtube e siti esterni, (tra l’altro l’amministratoredel presente sito non ha gli accessi ai plugin amministrativi per inserire i banner poupap) . Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Premi \\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\"Accetto\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\" per continuare la navigazione

Read more